STORIA - I Fratellini

ANTICA MESCITA
Vai ai contenuti

Menu principale:

A CONTATTO DI PIETRA

CON LA STORIA
______________________________
nel cuore della citta'

Per secoli , cantine storiche nel centro di FIRENZE, localmente note come “MESCITE”, sono state il luogo di ritrovo dei cittadini Fiorentini. Vasco Pratolini descrive appassionatamente questo luogo nel suo romanzo “LO SCIALO” in cui intellettuali ed artisti sarebbero venuti a passare il loro tempo libero.
Nato come lavoro in famiglia semplicemente per dare ristoro in modo semplice ai passanti,
sorprendentemente si sono accorti che gli stessi venivano “BLOCCATI” in Via De Cimatori dai loro panini e dal “GOTTO” di vino.

 
" Il vino sta ai fiorentini come il caffè ai napoletani, come sta la birra ai tedeschi, il thè agli inglesi e la Coca-Cola agli americani. (…) Lo bevono al mattino, è il loro aperitivo; ad un bambino appena nato, gli umettano le labbra di vino; (…) Lo bevono durante il pomeriggio e dopo cena. E’ il loro scotch, il loro pernod,  la loro vodka. (…) Hanno inventato loro quei locali detti MESCITE. (…)
 

La Mescita Chiti era una delle più antiche di Firenze, e la località centrale in cui si trovava la bontà del vino diventata proverbiale, (…) le avevano mantenuto una distinzione .
Era un apertura nel muro, tra un incisore, un fabbricante di timbri e un riparatore di ombrelli, sistemati in terranei ugualmente minuscoli,  a capo di via dè Cimatori (…)

Il banco, col suo piano di marmo della lunghezza della parete , quasi si affacciava sulla strada: restava quel mezzo metro e nemmeno, dal banco alla soglia. (…) Quattro persone e il locale era affollato. C'era la ressa attorno al banco,  sul quale stavano i quattro fiaschi delle diverse qualità di vino che si offrivano:  il rosso,  il bianco,  l'albana e il morellino. (…)
 
La mescita si consuma in piedi, tra una commissione e l'altra, andando al lavoro ho appena staccato o per sanzionare un affare o prima di congedarsi da un amico, tutti i pretesti sono buoni (…)
 
La mescita è una bevuta provvisoria, anche se è la terza o la decima della giornata, e presuppone la mescita successiva in un locale diverso è simile magari  cento metri lontano. (…)

 
Stava nel “cuore del Fiore”, a contatto di pietra con la storia, tra via De’ Calzaiuoli e via De’ Magazzini, (…) tra la  Badia e Orsanmichele, non si scantonava. "

(da "Lo Scialo" 1960 - Vasco Pratolini )

 


Armando & michele

Dopo la Famiglia CHITI, i primi ad intraprendere e a trasformare una semplice rivendita di vino in qualcosa che soddisfacesse la pausa pranzo o uno spuntino di fine giornata,sono stati Paolo e Giovanni Pratesi.
Cinquant’anni dopo Michele e Armando Perrino hanno ricevuto la storica staffetta dai Pratesi e continuano dal '92 , con passione e professionalità questa splendida tradizione.
"Stava nel “cuore del Fiore”, a contatto di pietra con la storia, tra via De’ Calzaiuoli e via De’ Magazzini, (…)
tra la Badia e Orsanmichele, non si scantonava. "


INDIRIZZO

I Fratellini
Via dè Cimatori 38/r 50122 Firenze
ORARIO

Sempre aperti
lunedi -domenica 10-19
INFO

Tel +39 055 2396096
Torna ai contenuti | Torna al menu